Miss LauraAnna Vogue Italia

Vogue Italia, Miss LauraAnna e R. Michael Walker

Vogue Italia ha scelto R Michael Walker e Miss LauraAnna

Il magazine Vogue Italia ha selezionato una fotografia del fotografo americano R. Michael Walker come immagine Best of di lunedì 18 gennaio 2016.
L'immagine ha come titolo "2007, Laura Anna, Joshua tree, California" e la modella è LauraAnna.

La fotografia appartiene ad una delle serie realizzate con R. Michael Walker ed è una delle più belle.

E' possibile vederla pubblicata sul magazine all'interno del portfolio del fotografo californiano e nella sezione Best of, dove si inserisce perfettamente.

La pagina online su www.vogue.it

La correttezza dei fotografi

LauraAnna è stata informata direttamente dal fotografo che ha realizzato l'immagine non appena questa è stata selezionata dai redattori di Vogue Italia ed è stata pubblicata.
Si tratta di un gesto di correttezza da parte di R. Michael Walker, fotografo con cui la modella ha lavorato più volte e con il quale sono state realizzate immagini particolarmente belle, in una location unica come il Joshua Tree, parco naturalistico californiano.

Un'attenzione ed una correttezza del genere purtroppo non si riscontra frequentemente nell'atteggiamento di fotografi, registi e professionisti del settore.
Molto spesso non si avvisa la modelle protagonista di uno scatto fotografico o di una produzione video. Sarà dimenticanza, paura di doverle qualcosa monetariamente parlando, nonostante le liberatorie e i contratti parlino chiaro?

Non c'è niente di meglio che poter condividere con il soggetto ritratto la soddisfazione di una pubblicazione e di un riconoscimento, ma non per tutti è così.

Per R. Michael Walker e Miss LauraAnna, invece, questa correttezza è parte intrinseca della loro professionalità, anche in occasione della pubblicazione su Vogue Italia.

La speranza, con questo articolo, non è quella di elogiare LauraAnna per la pubblicazione su Vogue, ma per dimostrare che un tocco di correttezza in più anche nel mondo dello spettacolo non fa schifo.