Discriminazione modelle di nudo

Discriminazione modelle di nudo: un episodio realmente successo a LauraAnna

Discriminazione modelle di nudo: possibile che capiti ancora oggi?

Discriminazione modelle di nudo, fine art o glamour. O anche boudoir.
Gli episodi capitano anche oggi, perché ci sono persone invidiose e gelose che non dormono la notte per capire come colpirti.
E magari tu non hai fatto niente per inimicartele.
Magari avessi fatto qualcosa, almeno avrebbero motivo di attaccarti. E invece proprio non avere un appiglio concreto porta queste persone paranoiche a rodersi e logorarsi finché trovano un escamotage.

Peccato che poi gli si ritorca contro.

E non stiamo parlando di mondo dello spettacolo!

Fotografie d'esempio di una modella di nudo

Le immagini sono di Armando Melocchi.

L'antefatto

LauraAnna frequentava da un paio d'anni un luogo.
Con lei altre ragazze.
Frequenza bisettimanale o più, partecipazione attiva, risultati ok.

LauraAnna ha chiesto di rispettare la propria privacy in merito alla professione di fotomodella per evitare qualunque tipologia di ripercussione da parte delle altre ragazze: invidia, sputi in faccia, cose fregate dalla borsa durante l'attività e gomme tagliate nel parcheggio. Non si sa mai a quanto può arrivare una ragazza brutta e invidiosa.

Il fatto

Il destino beffardo ha voluto che a crearle problemi non fosse una delle altre ragazze che frequentava il posto, a cui sinceramente non fregava una se*a di quello che LauraAnna fa al di fuori dell'attività comune.

Quindi chi ha creato problemi? Chi era a capo della baracca.

Non potendo attaccarsi a molto, dopo notti insonni la persona è riuscita, stalkerando, a trovare un futile appiglio. Lettera dall'avvocato.

Eh?
Seriamente?

Lettera di irrevocabili dimissioni subito scritta da LauraAnna.
Respinta, destinatario ignoto. Quindi l'indirizzo segnato sul sito ufficiale è falso.

Visura camerale. Nuovo indirizzo. Nuova lettera di irrevocabili dimissioni.
Respinta. Motivo? Destinatario inesistente.
Oh caspita, quindi anche l'indirizzo che ha la Camera di Commercio è farlocco?!

Lettera dall'avvocato al loro avvocato.
Cioè, il loro avvocato ha il nome scritto a penna aggiunto all'elenco di quelli di uno studio legale. Vale?
Smontata passo passo ogni accusa, mancava solo che accusassero LauraAnna di non averla data in giro e si faceva l'en plein.

Non si può accusare qualcuno di cose che non ha fatto sulla base di cose mai successe e portate come prove che non esistono.
Ma la parcella dell'avvocato esiste, cara contestatrice. Ecco dove vanno i soldi degli iscritti.

E comunque, vuoi che dopo anni di fotografie di nudo, LauraAnna non abbia al proprio fianco un avvocato esperto di immagine, informazione e divulgazione?

Le conseguenze

Salta fuori che quello di LauraAnna non è il primo caso di discriminazione all'interno di quell'ambiente, che non c'entra nulla con il mondo dello spettacolo.

Salta fuori anche che le ragazze parlano tra di loro, che ci sono tantissimi altri posti dove si possono incontrare e trascorrere del tempo insieme occupandosi di quello che a loro piace fare.

E, guarda un po', le ragazze sono un gruppo unito che neanche Las Chicas del Cable.
Hanno vinto loro.
Sia contro la discriminazione contro le modelle di nudo, che contro quella per chi non va a genio.

Le ragazze si sono spostate. Con un seguito di chi le aveva prese come esempio da seguire.

Purtroppo questo è solo un esempio di un caso di discriminazione capitato ad una modella nella vita di tutti i giorni. Capiterà ancora. Ma non per questo bisogna nascondersi: essere fieri di quello che si fa per scelta è il primo passo per combattere e vincere la discriminazione.

Vuoi parlare della tua esperienza riguardo la discriminazione modelle di nudo? Contatta LauraAnna e racconta cosa ti è successo.