Cosa può fare una fotomodella

Cosa può fare una fotomodella

Cosa può fare una fotomodella: riflessioni sul terremoto di ottobre 2016

Cosa può fare una fotomodella è quello che si è domandata LauraAnna recentemente.
Tutto è partito da alcuni amici virtuali non italiani e residenti all'estero che le hanno chiesto come stesse a seguito delle scosse di terremoto avvertite in Italia a fine ottobre 2016.

Dalle risposte personalizzate ad ognuna di queste domande, è nato un post in lingua inglese pubblicato sul profilo Google+ di Miss LauraAnna Flap Flap.
Trattandosi di una riflessione in merito ad un argomento serio, non ha avuto lo stesso successo delle fotografie con le chiappe al vento, ma qualcuno lo ha letto ed ha apprezzato.
Ed è questo che importa.

Il post pubblicato su Google+

Post sul terremoto
Testo in inglese sul terremoto

La riflessione

Il post pubblicato dalla fotomodella su Google+ esordisce ringraziando gli amici virtuali conosciuti tramite il social network di Google per averle chiesto come sta.

La motivazione scatenante è il terremoto che in questi giorni si è scatenato sull'Italia. Una notizia così importante ha fatto il giro del mondo ed è molto piacevole sapere che qualcuno, anche se non conoscendo la fotomodella nella vita reale, abbia pensato a lei.

LauraAnna non vive nelle zone interessate dal sisma, nè vi si trovava durante le scosse.
A dire la verità, non ne ha sentita nemmeno una.
Questo non significa che gli avvenimenti non l'abbiano interessata e colpita particolarmente.

Ma cosa può fare una fotomodella davanti a tragedie come queste?
Al massimo preparare un piccolo testo, come ha fatto LauraAnna, in cui si proclama vicina alle persone che sono state colpite dal terremoto. E aggiungere qualche considerazione in merito al patrimonio storico e artistico italiano, così prezioso, così antico e così difficile da rendere antisismico.

Cosa può fare una modella
Abito trasparente su corpo nudo

Se avete una storia da raccontare a LauraAnna riguardo la vostra esperienza con il terremoto, scrivetele a missflapflap@gmail.com.